CRISI IDRICA: EMERGENZA RIENTRATA.

Vista la comunicazione dll’ARTA Abruzzo Distretto dell’Aquila trasmessa via e-mail oggi 10/0512017 alle ore 01:56 dell’esito dei risultati·analitici dei campioni di acqua prelevati nella mattinata in data 09/05/2017 ai punti:

• Sbarramento destro e sinistro
• In rete ai punti:
-Fano al corno
-Teramo
-Mosciano S.A.
-Martinsicuro
-Roseto degli Abruzzi

di conformità alla vigente normativa di cui al D.lgs. 31/2001 e s.m.i., si revoca il divieto di utilizzo dell’acqua con l’  ORDINANZA N. 28 e pertanto l’acqua può essere destinata a uso potabile.

Si allega comunicazione della AUSL 4 TERAMO con i risultati dell’ARTA Abruzzo.

Continua·il monitoraggio costante per il controllo della potabilità.

Allegati: Comunicato AUSL

 

Acqua non conforme per l’uso potabile.

A seguito dei prelievi effettuati al Traforo del Gran Sasso, l’ARTA ha giudicato l’acqua dell’acquedotto RUZZO in uscita non conforme, pertanto il SIAN dell’ASL di Teramo ha disposto l’uso per soli fini igienici. (Testo disposizione ASL di Teramo)

Sino a nuova disposizione è vietato l’uso potabile.

E’ emessa immediatamente Ordinanza Sindacale di divieto di utilizzo dell’acqua per uso potabile:  ORDINANZA N. 27

consultabile anche sull’Albo Pretorio OnLine Comunale.

Per successive diverse indicazioni è possibile consultare il sito della RUZZO Reti.

Inoltre, a partire dal pomeriggio di oggi, il mancato approvvigionamento dalle sorgenti del Gran Sasso provocherà la progressiva disalimentazione delle utenze nel comune di Alba Adriatica e nei seguenti:

  •  ANCARANO
  • BASCIANO
  • BELLANTE
  • CAMPLI
  • CANZANO
  • CASTELLALTO
  • CASTELLI
  • CIVITELLA DEL TRONTO
  • COLLEDARA
  • COLONNELLA
  • CONTROGUERRA
  • CORROPOLI
  • GIULIANOVA
  • MARTINSICURO
  • MONTORIO AL VOMANO
  • MORRO D’ORO
  • MOSCIANO
  • NERETO
  • NOTARESCO
  • PENNA S’ANDREA (Val Vomano)
  • ROSETO
  • SANT’OMERO
  • SANT’EGIDIO
  • TERAMO
  • TORANO NUOVO
  • TORRICELLA SICURA (Capoluogo e Bivio S.Chiara)
  • TORTORETO
  • TOSSICIA
  • VALLE CASTELLANA
  • ISOLA DEL GRAN SASSO
  • PINETO

Servizio Civile. Bando straordinario per i volontari da impiegare nelle aree terremotate: scade il 15 maggio e per la provincia di Teramo ci sono 89 posti, 163 per tutto l’Abruzzo.

Teramo 4 maggio 2017. Presentato questa mattina il bando “straordinario” di servizio civile: tre progetti gestiti dal Centro servizi per il volontariato dell’Aquila, dall’ANPAS e dalla Croce Rossa e pensato su misura per le aree terremotate del Centro Italia. In Abruzzo saranno impiegati 163 volontari, 89 nella provincia di Teramo. Le domande di ammissione vanno presentate entro le ore 14:00 del 15 maggio 2017.

“I tempi sono stretti ed è importante far conoscere questa opportunità ai giovani che fino a 29 anni possono presentare la domanda – ha sottolineato il consigliere provinciale delegato ai progetti di servizio civile, Giuseppe Cantoro – per i selezionati si apre un’esperienza che durerà un anno, all’interno di strutture pubbliche e associative, con progetti che affiancheranno il processo di ricostruzione: dagli aspetti tecnici a quelli di supporto, psicologico e di assistenza, alle popolazioni e in particolare ai cittadini che hanno le abitazioni inagibili”.

Ai volontari sarà corrisposto un contributo di circa 430 euro mensili e, come sottolineato dal presidente Renzo Di Sabatino nel corso della conferenza stampa di presentazione: “l’opportunità di formarsi su funzioni e competenze di rilievo professionale. Pur non avendo più alcuna competenza nel sociale abbiamo deciso di mantenere le funzioni riguardanti il servizio civile proprio per l’alto valore aggiunto che attribuiamo a questa esperienza”. Anche l’ente Provincia beneficerà del bando visto che sono previsti quattro volontari che affiancheranno gli uffici tecnici impegnati nelle opere di ricostruzione.

Per ulteriori informazioni, consultare i seguenti link

bando ufficiale Dipartimento della Gioventù e del SCN: http://www.serviziocivile.gov.it/menusx/bandi/selezione-volontari/bandovolsismacentroitalia_2017/

il sito CSVAQ: http://www.csvaq.it/servizio-civile/servizio-civile-pubblicato-il-bando-straordinario-per-la-selezione-di-volontari-da-impiegare-nelle-aree-terremotate

ANPAS: http://www.anpas.org/notiziescn/2640-scn-bando-straordinario-sisma2017.html

Di seguito il bando nazionale e il modulo di domanda:

Bando per la selezione di n. 1.298 volontari di servizio civile nazionale da impiegare nelle aree terremotate delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria

Allegato 2 – Domanda di ammissione

Allegato 3 – Dichiarazione titoli

Questi i progetti che riguardano il territorio teramano anche se non ci sono vincoli di residenza per la partecipazione:  Centro di Servizio per il Volontariato della provincia dell’Aquila ha ottenuto il riconoscimento del progetto “ReAzione” per un totale di 82 volontari da impiegare in venti sedi nelle province dell’Aquila e Teramo; altri 37 volontari sono previsti per il progetto “Disastri ed emergenze” gestito dall’Anpas e 16 volontari nelle sedi della Croce Rossa a Teramo, Giulianova, Roseto e Alba Adriatica.

AVVISO PUBBLICO “Interventi rivolti alle persone in condizione di disabilità gravissima ex art. 3 D.M. 26.09.2016”

Si rende noto che l’Unione di Comuni Città Territorio Val Vibrata ha approvato il Piano Locale per la Non Autosufficienza che prevede interventi rivolti alle persone in condizione di disabilità gravissima, ivi inclusi quelli a sostegno delle persone affette da scelorsi laterale amiotrofica, quali: l’assistenza domiciliare socio-assistenziale e domiciliare integrata, l’erogazione di un beneficio economico in favore del nucleo familiare finalizzato ad integrare le risorse economiche necessarie ad assicurare la continuità dell’assistenza alla persona e a garantire alla stessa la permanenza nel proprio contesto abitativo, sociale ed affettivo, evitando il ricovero in struttura ospedaliere e/o residenziali.

L’erogazione dell’assegno è subordinato alla disponibilità del nucleo familiare ad assicurare la permanenza della persona in condizione di dipendenza vitale nel proprio domicilio. Tale disponibilità si realizza attraverso l’assistenza diretta da parte del nucleo familiare stesso, ovvero mediante ricorso alla prestazione lavorativa di assistenti familiari.

La disponibilità all’assistenza diretta e, qualora ricorra il caso, l’individuazione dell’assitente familiare, deve essere formalizzata attraverso apposito accordo sottoscritto con il Servizio Sociale competente ed inserito nel progetto assistenziale individualizzato (PAI).

Le persone interessate possono segnalare il proprio stato di bisogno e/o presentare richiesta di contributo presso l’Ufficio Servizi Sociali del Comune, aperto il lunedì dalle ore 9:30 alle 13:30 entro e non oltre il giorno 29 maggio 2017. La domanda deve essere corredata da certificazione medica attestante una delle condizioni previste dall’art.3 del Decreto Interministeriale del 26 settembre 2016 (individuazione delle persone in condizione di disabilità gravissima). Le richieste pervenute verranno inviate all’Unità di Valutazione Multidimensionale di competenza per la certificazione delal condizione di disabilità gravissima e per la stesura del PAI. In allegato il modulo di domanda per le persone affette da scelosi laterale amiotrofica, il modulo di domanda per le persone in condizione di disabilità gravissima, il modello di certificazione medica da allegare alla domanda.

 In Allegato:

Avviso

Allegato 1

all 2 certificazione medica

domanda SLA D.G.R. n. 742 del 12 novembre 2012 – Allegato 5

domanda disabilit` gravissime

 

AVVISO PER RICOGNIZIONE FABBISOGNO INTERVENTI PATRIMONIO PRIVATO E ATTIVITA’ ECONOMICHE E PRODUTTIVE

A seguito della pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale n. 78 del 3 aprile 2017 dell’Ordinanza n. 441 del 21 marzo 2017 che reca “Interventi urgenti di protezione civile conseguenti agli eccezionali fenomeni meteorologici che hanno interessato il territorio della Regione Abruzzo a partire dalla seconda decade del mese di gennaio 2017”, si avvisa la cittadinanza che ai fini della ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio privato e per i danni subiti dalla attività economiche e produttive è necessario compilare ed inviare agli uffici comunali la seguente documentazione :

1) SCHEDA B – Ricognizione del fabbisogno per il ripristino del patrimonio privato ;

2) SCHEDA C – Ricognizione dei danni subiti dalle attività economiche e produttive ;

Si comunica inoltre che a seguito della nota Prot. RA/90722/17 del 5 aprile 2017 i comuni sono tenuti a inserire sulla piattaforma del Centro Operativo Regionale i fabbisogni per il patrimonio pubblico , privato e per le attività produttive entro il 5 giugno 2017.

Si invita pertanto la cittadinanza a voler inviare le suddette schede entro il giorno 15 maggio 2017.

Si allega la nota della Regione Abruzzo Prot. RA/90722/17.

AVVISO

CIRCOLARE_OCDPC_441_2017_PROT.RA_90722_17

Scheda_B_ricognizione_privati

SCHEDA_B_-_RICOGNIZIONE_PRIVATI

Scheda_C_ricognizione_danni_subiti_dalle_attività_economiche_e_produttive

SCHEDA_C_-_RICOGNIZIONE_ATTIVITA_PRODUTTIVE

Le schede possono essere inviate:

 

 

 

 

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l'informativa sui cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.